Da Shanghai per i gioielli valenzani

VALENZA – In questi giorni la città ha accolto un gruppo di 7 professionisti di alto livello (5 donne e 2 uomini) , imprenditori e design provenienti da 5 diverse province cinesi appartenenti all’Associazione Nazionale pubblico-privata di Shanghai per il Design del Gioiello. Il rapporto di collaborazione si è concretizzato dopo gli incontri fatti nel novembre 2015 con l’Amministrazione Comunale: il sindaco Gianluca Barbero e l’assessore Massimo Barbadoro avevano incontrato una rappresentanza cinese interessata a sviluppare con la città rapporti di carattere culturale ed economico. L’inizio di questa collaborazione con l’Associazione Sjd (Shanghai Jewelry Design), che si è concretizzato con questa prima visita permetterà di sviluppare maggiori sinergie in ambito economico-commerciale e di conoscenza culturale in ambito settoriale tra i due paesi, in particolare la crescita di opportunità per la commercializzazione dei prodotti valenzani a favore delle aziende locali sul mercato asiatico e cinese.

I rappresentanti politico-istituzionali presenti in Municipio alla chiusura della visita il 7 agosto scorso hanno ribadito la volontà di sostenere il sistema distrettuale valenzano con azioni precise e concrete, come la predisposizione di uno spazio nel prossimo evento fieristico di Shanghai ad uso esclusivo di Valenza e che verrà da loro messo a disposizione senza costi per dare forza al brand del made in Italy del prodotto valenzano. I designer e gli imprenditori cinesi hanno potuto apprezzare la grande capacità tecnica e di creatività del sistema orafo valenzano, hanno in particolare apprezzato molto le caratteristiche tipiche della produzione di alta gamma, per la qualità e per le conoscenze sviluppate negli anni dal sistema distrettuale. In questi giorni di permanenza hanno potuto frequentato un breve corso di 30 ore alla scuola di formazione orafa For.Al e visitato alcune aziende orafe, la biblioteca civica con i numerosi e importanti testi di settore, anche questi molto apprezzati (la più fornita a livello italiano per quantità e qualità della documentazione).

La scuola di Design di Shangai parteciperà molto probabilmente al prossimo concorso di gioielleria Sant’Eligio indetto per le scuole orafe e i licei artistici italiani, il concorso nel 2017 avrà quindi un rilievo internazionale, con le scuole del Far East e anche con quelle europee già in relazione che le scuole valenzane (dal liceo artistico Cellini per i progetti Erasmus e quelle già in rete con la scuola For.Al per i numerosi progetti europei fatti nel corso di questi ultimi anni Belgio, Francia, Portogallo, ecc.). Domenica mattina nella sala consiliare del Municipio si sono svolti i saluti ufficiali da parte dell’amministrazione comunale alla delegazione cinese con la presenza dell’assessore Massimo Barbadoro, che ha presieduto all’incontro e portato i saluti da parte di tutta l’amministrazione, dei consiglieri Sergio Cresta e Paola Levati, del presidente For.Al Nicola Tattoli. Erano presenti inoltre insegnanti e orafi valenzani oltre a diversi operatori economici di settore. Per l’occasione sono stati esposti alcuni lavori delle scuole Cellini e Foral e circa 15 oggetti di gioielleria realizzati degli studenti della scuola di Shangai: la capo delegazione Zhang Lijun ha spiegato le fasi di realizzazione e la loro evoluzione della forma.

L’assessore Barbadoro ha dichiarato: “un momento importante che l’Amministrazione sta portando avanti per cercare di sviluppare maggiori opportunità commerciali per le nostre aziende e per rafforzare il brand del sistema distrettuale valenzano. Tutte le occasioni vanno colte, inoltre oggi la presenza dei giornalisti cinesi che collaborano con circa 20 testate giornalistiche tra le più rappresentative in Cina ci consente immediatamente, a costo zero, di valorizzare il prodotto valenzano in un mercato molto interessante per la commercializzazione del made in Italy, in crescita per l’alta gamma della gioielleria e della moda”.

Per leggere l’articolo e vedere le foto cliccate sul link:http://www.alessandrianews.it/economia/da-shanghai-gioielli-valenzani-137253.html

 

Comments are closed.