Imprenditori e designer cinesi vanno a lezione dagli orafi di Valenza

È terminato al For-Al di Valenza il corso di una trentina di ore per 7 imprenditori e designer cinesi, dell’associazione Sjd (ShangHaui Jewelry Design per il design del gioiello). E ha portato progetti futuri che potrebbero vedere sviluppi per l’arte orafa a Shanghai, dove i produttori valenzani potranno alla prossima mostra esporre gratuitamente i loro prodotti. L’avvio dunque per rapporti commerciali utili all’arte orafa di Valenza, di cui i Cinesi apprezzano soprattutto la produzione d’alta gamma, che hanno potuto vedere in un tour fra le maggiori aziende valenzane, a fine corso.

È l’applicazione di un accordo raggiunto alla fine del 2015, quando una delegazione della scuola di design cinese era stata a Valenza per cementare i rapporti commerciali e culturali con la città. La scuola di Shanghai avrà a sua volta la possibilità di esporre suoi manufatti al prossimo concorso orafo di Sant’Eligio che già quest’anno ha visto la presenza di 180 elaborati di 12 scuole realizzati da studenti di licei italiani e che si intende connotare di un carattere sempre più internazionale, coinvolgendo istituti di Francia, Belgio e Portogallo.

«Abbiamo costruito un programma didattico in base alle esigenze della delegazione cinese» dice l’assessore Massimo Barbadoro che con il sindaco Gianluca Barbero e il presidente For-Al Nicola Tattoli, ha accolto la delegazione in Comune per il commiato finale. «Queste relazioni dovranno aprire canali nuovi, per uno sviluppo non solo economico ma anche culturale del made in Italy e del made in Valenza. La Cina è un mercato in crescita, soprattutto per il lusso: la moda e la gioielleria italiana sono molto richieste e per noi è fondamentale intercettare questa domanda».

Per leggere l’articolo e vedere le foto cliccate sul link:http://www.lastampa.it/2016/08/10/edizioni/alessandria/imprenditori-e-designer-cinesi-a-lezione-dagli-orafi-di-valenza-1s8CdWA0vE0PACBIFJbRPM/pagina.html

 

 

Comments are closed.